La Rocca Janula si tinge di rossoblù, tutta la città si schiera al fianco di Mike Hall, giocatore della Virtus basket insultato durante il match di domenica giocato a Siena. A prescindere dal campanilismo sportivo, il messaggio è chiaro e unanime: siamo tutti contrari a ogni tipo di razzismo e a questi episodi di violenza verbale nel mondo dello sport. Quello che dovrebbe essere il luogo in cui i valori di integrazione, rispetto e divertimento raggiungono l'apice a volte diventa invece teatro di episodi riprovevoli, proprio come quello che il giocatore ha subito domenica. Ma questa sera a gran voce la città dice "io sono Mike" e la fortezza medievale che sovrasta Cassino avvolge il giocatore con i colori della sua squadra proprio come l'abbraccio di ogni cassinate.