Giovane nigeriana beccata a Cassino con un chilo di droga un anno fa viene arrestata ma continua anche ai domiciliari. E finisce nei guai.

I controlli, questa volta, sono quelli della Squadra mobile di Isernia. Come disposto dal questore Roberto Pellicone, gli agenti molisani - insieme a un'unità cinofila antidroga del Reparto di Pescara - hanno rinvenuto in un appartamento del centro storico di Isernia oltre 15 grammi di marijuana. La droga, rinvenuta in un appartamento del centro storico, apparteneva (secondo gli agenti) alla stessa ragazza di 22 anni di origini nigeriane fermata nel novembre del 2018 a Cassino con un bel carico illegale. In quell'occasione, la giovane venne controllata alla stazione ferroviaria di Cassino mentre viaggiava a bordo di un treno con uno zaino contenente esattamente un chilo di marijuana.
Accompagnata nella casa circondariale di Rebibbia, era stata successivamente posta agli arresti domiciliari proprio nell'appartamento di Isernia dove gli agenti hanno trovato altra droga.


E, come allora, lo stupefacente è stato rinvenuto in uno zaino dal cane antidroga Ayrton che ha individuato anche la presenza di un bilancino di precisione. Per lei è scattata una denuncia. Indagini in corso sulla provenienza della droga.