Dolore e sgomento a Sora, dove alle prime luci dell'alba è stato ritrovato il cadavere di un uomo sotto il viadotto della superstrada Sora-Avezzano. Sono in corso le indagini delle forze dell'ordine per ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto. Queste, intanto, sono le prime informazioni trapelate: la vittima, F. A., residente a Sora e ha all'incirca 60 anni. L'uomo avrebbe abbandonato la sua auto, una Fiat Panda Bianca sulla superstrada, poi il tragico volo, l'impatto al suolo e la morte sul colpo. Per lui non c'è stato nulla da fare. Gli inquirenti non escludono nessuna pista, tra cui anche il gesto volontario. 

Un uomo senza vita è stato trovato nelle primissime ore di questa mattina sotto il viadotto della superstrada Sora-Avezzano. Stando ad una primissima ricostruzione dell'accaduto, l'uomo, di cui ancora non si conoscono le generalità, avrebbe abbandonato l'auto sulla superstrada. Poi il tragico volo nel vuoto, di almeno una quarantina di metri, l'impatto al suolo e la morte istantanea.

Sul posto in questi momenti ci sono carabinieri, vigili del fuoco, ambulanza ed automedica del 118. La zona è stata interdetta e nessuno può avvicinarsi. Sono in corso i rilievi da parte delle forze dell'ordine per fare chiarezza sulla morte dell'uomo, anche per capire l'ora in cui il decesso è avvenuto, se il deceduto fosse solo o meno al momento del fatto e quindi per far luce su ogni altro singolo aspetto della tragica vicenda. Al momento non si esclude alcuna pista, compresa quella del gesto volontario. 

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: Enrica Canale Parola