Niente più strisce blu a Isola del Liri superiore. Il 29 gennaio la giunta Quadrini ha fatto dietro front su quanto deciso a inizio mese. Tornandosi a riunire, ha modificato la deliberazione del 9 gennaio relativa all'individuazione di aree di sosta a pagamento. Una vittoria per i residenti e i commercianti di Borgonuovo che non avevano digerito quanto deciso dal Comune. Non sono tardate ad arrivare le dichiarazioni delle opposizioni.

«Il Comune è stato costretto a fare marcia indietro - ha dichiarato la consigliera Angela Mancini -. Una zona fino ad ora ignorata dall'amministrazione, ma presa in considerazione per fare cassa con parcheggi a pagamento. Hanno dovuto modificare la delibera e dare ragione alle proteste dei cittadini e alla sottoscritta che aveva giustamente dato voce alle rimostranze ai residenti che vivono quotidianamente le difficoltà dovute al manto stradale letterale polverizzato. Spero che il governatore Zingaretti mantenga la parola data e che al più presto, tramite l'Astral, si provveda al rifacimento della strada e dei marciapiedi».

Così invece il consigliere Angelo Caringi: «Marcia indietro dell'amministrazione. Pubblicata la delibera con cui viene modificata la precedente decisione con l'an nullamento dei 49 posti a pagamento previsti a via Borgonuovo. La decisione era finalizzata all'aumento delle strisce blu presenti sul territorio comunale per rendere più appetibile l'annunciata cessione a privati della gestione della sosta a pagamento. Avevamo subito denunciato la decisione: per i residenti e per il tessuto commerciale sarebbe stato un colpo mortale e solo l'approssimazione di questa giunta poteva partorire una decisione del genere».