Doveva scontare una pena per furti in abitazione ma era da tempo ricercata. A scovare la donna di etnia Rom gli agenti della polizia stradale di Frosinone.

I fatti
Nella serata di ieri, le pattuglie della sottosezione polizia stradale di Frosinone, all'altezza del km. 614 sud dell'Autostrada A/1, nel territorio del comune di Ferentino, hanno proceduto al controllo di una Ford Focus con a bordo due donne due bambini, rispettivamente di 3 e 5 anni, tutti di origine rom e domiciliati presso un campo nomadi di Roma. L'auto era sprovvista di copertura assicurativa e la donna alla guida non aveva mai conseguito la patente. Mentre la passeggera ha fornito agli agenti una carta di identità che, da un attento controllo, è risultata falsa. I successivi accertamenti fotodattiloscopici hanno permesso di risalire alle vere generalità della donna che è risultata essere ricercata per un ordine di esecuzione di pena conseguente ad una condanna definitiva per furti in abitazione.

La rom è stata condotta presso il carcere di Rebibbia dove dovrà scontare circa due anni di pena detentiva. La conducente dell'auto, madre dei due bimbi, è stata invece sanzionata ai sensi del codice della strada.