Sfruttando le condizioni di inferiorità psicologiche e fisiche di una ragazza di 22 anni - invalida al 100 per 100 - ha abusato di lei  costringendola prima a inviargli foto molto esplicite e poi a compiere atti sessuali completi con lui. Tutto, secondo la ricostruzione dell'accaduto effettuata dai carabinieri del comando provinciale di Frosinone, dopo averne carpito il consenso con l'inganno. 

Protagonista di tale squallido episodio, un uomo di 36 anni, autista di pulmini scuolabus di un comune della provincia di Frosinone (altre indicazioni non sono state finora fornite). Avviate le indagini e portati a termine gli accertamenti del caso, nelle prime ore di questa mattina i carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone hanno tratto in arresto, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Frosinone su richiesta della locale Procura, il 36enne. 

Su di lui la pesante accusa di violenza sessuale "poiché - è scritto nell'ordinanza di custodia cautelare - abusando delle condizioni di inferiorità psichica di una ragazza 22 enne invalida al 100/100 la induceva dopo averne carpito il consenso con l'inganno a inviargli foto e a compiere atti sessuali completi. L'uomo, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Frosinone