Doveva trovare clienti per una società di energia elettrica ma a quanto pare aveva deciso di "accorciare i tempi" mettendo direttamente lui la firma del nuovo utente sul contratto di fornitura. Peccato, però, che la vittima, notando il cambio di compagnia senza volerlo, si è accorta della truffa e dopo la sua denuncia i carabinieri hanno iniziato l'indagine e lo hanno incastrato e denunciato.

Truffa in terra di Sardegna
A finire nei guai un trentacinquenne di Alatri da tempo residente sull'isola. La truffa ai danni dei consumatori con false firme e contratti inesistenti è stata scoperta dai carabinieri della stazione di Budoni, provincia di Sassari, diretta dal comandante Gianluca Lombardi, vecchia conoscenza dell'Arma nella nostra provincia dove ha operato in vari territori con grande successo.

La cronaca del raggiro
L'uomo, che in terra sarda svolge l'attività di amministratore delegato di una società che ricerca clienti per una nota azienda di fornitura di energia elettrica, è accusato di truffa e sostituzione di persona. Il furbetto, pur di ottenere la firma su un contratto, ha deciso di sottoscriverla arbitrariamente, ponendo così una firma falsa per conto di un ignaro cittadino della località costiera.
La vittima nelle settimane scorse, facendo un normale controllo sulla sua posizione, si è accorto che il suo gestore era cambiato, ma lui nulla aveva fatto per mutare la posizione. A sua insaputa, quindi, era passato a un'altra compagnia elettrica.
Allora, insospettito dell'accaduto, si è rivolto ai militari della stazione di Budoni, e dopo aver fatto la denuncia gli uomini dell'Arma, diretti dal maresciallo Lombardi, attraverso un'intensa e capillare azione investigativa, hanno individuato il responsabile. Si tratta di un trentacinquenne di Alatri che ora dovrà difendersi dinanzi all'autorità giudiziaria.
Nel frattempo il contratto truffa con il gestore per la fornitura di energia elettrica è stato annullato e la vittima è tornato così alla sua vecchia società.