Aveva utilizzato uno stratagemma per non pagare le bollette dell'acqua: collegare un bypass alla rete. Ma è stata scoperta: cinquantenne denunciata per furto aggravato. A scoprire l'assenza di sigillo, nonché il tubo a forma di "tronchetto" posto prima del contatore (tra la rete idrica e la condotta di alimentazione dell'abitazione), sono stati i carabinieri della Compagnia di Cassino insieme al responsabile dell'area sud di Acea Ato5.