Un problema di sicurezza che continua a far paura. Una situazione di pericolosità che, in questi giorni di cattivo tempo, è tornata prepotentemente al centro del dibattito politico.
A suscitare le perplessità di molti cittadini sono le condizioni in cui si trova via Leuciana, strada che collega il comune di Pontecorvo con il confinante comune di Pico. Un'arteria di collegamento che è tristemente conosciuta per la moltitudine di incidenti stradali che sono stati registrati proprio in quella zona. Impatti violentissimi che hanno segnato la morte di decine di persone nel corso del tempo. E il sangue di tutte quelle vittime ha sporcato indelebilmente quell'asfalto micidiale che, in tanti, hanno soprannominato "asfalto killer". Ma i sinistri sono ormai all'ordine del giorno. E a ogni rumore stridulo a ogni clacson che suona i residenti temono sempre il peggio.

A generare questa pericolosità sono le condizioni della strada e, soprattutto, un tratto di essa che è un perfetto rettilineo dove, a volte, la velocità aumenta eccessivamente. La situazione è ulteriormente peggiorata in questi ultimi giorni con le avverse condizioni atmosferiche che rendono la circolazione particolarmente difficoltosa. Una situazione sulla quale lo stesso sindaco Anselmo Rotondo si era già espresso scrivendo lettere durissime a tutti gli enti interessati. Infatti quel tratto di strada non è di competenza comunale. Il primo cittadino evidenziò le condizioni critiche di quel tratto di strada oltre che dell'altro tratto della Leuciana che collega Pontecorvo con il casello autostradale.
In entrambi i casi la richiesta fu quella di intervenire con «la massima urgenza, per adottare le opportune misure per prevenire ulteriori incidenti così gravi. L'installazione di autovelox potrebbe essere un deterrente importante così come altri interventi che tutelino la pubblica incolumità». Ed è proprio questo ciò che molti residenti della zona continuano a chiedere l'installazione di un autovelox che potrebbe fungere da deterrente all'alta velocità evitando, così, continui incidenti stradali.