Nella serata di ieri nel capoluogo, gli uomini della squadra mobile della locale questura, unitamente ai carabinieri del comando provinciale di Frosinone, hanno arrestato nella flagranza del reato di "detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente" M.G., 22enne del posto.

Il provvedimento restrittivo è scaturito all'esito di un'operazione di servizio che è scattata quando gli operanti, nell'ambito di un servizio congiunto finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno fermato un veicolo con a bordo tre persone. Poiché la ragazza, passeggera dell'autovettura, ha mostrato segni di agitazione, nervosismo ed insofferenza al controllo, gli operanti hanno proceduto alla perquisizione personale e veicolare, rinvenendo nelle tasche esterne ed interne del giaccone della giovane tre involucri di cellophane contenenti 300 grammi di cocaina e due mazzetti di banconote di vario taglio per un importo di euro 1.165, ritenuti probabile provento dell'attività di spaccio. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. 

Al termine delle previste formalità di rito, l'arrestata è stata tradotta presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.