Nuove scritte di vernice nera sui nuovi e chiari arredi nella stazione ferroviaria di Ferentino. A vandali e incivili poco importa del buon funzionamento e dell'estetica dignitosa riconquistati dallo scalo ferroviario cittadino, grazie all'intervento di Rfi. Ed allora bisogna intervenire subito mettendo in sicurezza il luogo che si è rifatto il look pochi mesi orsono. Qualche giorno fa vi abbiamo informato di altri episodi vandalici avvenuti alla stazione. Come sottolineato mèta di svariate centinaia di viaggiatori e anche di delinquenti evidentemente.

I precedenti
Negli ultimi tempi si erano già registrati alcuni tentativi di furto a danno di auto in sosta ed era già spuntata qualche scritta di vernice sugli arredi esterni. Ad esse si aggiungono ora nuovi graffiti.
Sarebbe il caso di bloccare sul nascere simili azioni, ribadiamo, affidandosi non soltanto alle telecamere della videosorveglianza, ma soprattutto a un custode. Tra l'altro sono già stati registrati danneggiamenti e furti a danno dei servizi igienici, dopo che i malviventi hanno scassinato (in due o tre circostanze) le gettoniere all'ingresso dei bagni poi chiusi al pubblico molto probabilmente dall'ente gestore. Ci preme rimarcare che la stazione ferroviaria Ferentino-Supino oggi è super gettonata. Ne usufruiscono centinaia di utenti, sempre di più dopo l'apertura della superstrada Ferentino-Sora.
Dello scalo cittadino si servono ogni giorno viaggiatori anzitutto di Ferentino, ma anche di Supino, in parte di Morolo, Fumone, Tecchiena, Patrica e di molti centri del sorano, Isola Liri, Veroli, Boville, M.S.G.
Campano ecc., vale a dire di tutti quei centri che hanno facile accesso alla strada regionale Ferentino-Sora, proprio per la comodità della stazione ferentinate situata a poca distanza dalla porta della superstrada e dal casello autostradale di Ferentino.

Appello, dunque, per trovare soluzioni al fine di scoraggiare gli incivili.