Un operaio di Alvito intorno alle 22.30 di ieri è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Sora per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In sintesi, nel corso di una perquisizione domiciliare a casa dell'uomo (del quale non sono state finora fornite le generalità) sono stati rinvenuti 200 grammi circa di marijuana e hashish nonché materiale utilizzato per il confezionamento di dosi. Lo stesso, inoltre, è stato denunciato per il reato di ricettazione in quanto sempre presso la sua abitazione è stato rinvenuto materiale archeologico del quale non è stata dimostrata la lecita provenienza. L'arrestato su disposizione dell'Autorità giudiziaria di Cassino è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.