Ad Anagni, i militari della locale Stazione, al termine di indagini, hanno denunciato per "tentata truffa", B.R. 28enne residente in Sicilia già censito per reati specifici. Gli accertamenti posti in essere dai carabinieri, hanno permesso di identificare e raccogliere univoci elementi di colpevolezza nei confronti del giovane che, lo scorso 16 ottobre 2018, nel centro di Anagni, aveva messo in atto la "truffa dello specchietto". Mediante la simulazione della rottura dello specchietto retrovisore del proprio veicolo, il 28enne ha, infatti, tentato di estorcere denaro ad una 72enne del luogo.

In particolare, secondo quanto ricostruito dai militari, il malvivente ha gettato un sasso verso il veicolo della signora, la quale dopo aver udito il forte rumore si è fermata. A quel punto l'uomo aggredendola verbalmente ha cercato di estorcerle del denaro contante quale risarcimento per il presunto danno provocato. Fortunatamente la signora, non si è fatta intimorire dall'atteggiamento dell'uomo e ha contattato i carabinieri facendo dileguare velocemente il 28enne. Ieri l'epilogo con la denuncia nei confronti dell'uomo.