Hanno agito in meno di tre minuti riuscendo a mettere le mani sui soldi depositati dai dipendenti. Un'azione perfetta, portata a termine da sei o sette persone, completamente travisate, che dopo il colpo sono fuggite dileguandosi immediatamente. Nuovo assalto all'istituto di credito cooperativo Terra di Lavoro in piena notte. Nello scorso mese di ottobre la tentata rapina ai danni dello stesso istituto, con i malviventi presi a sedie in faccia. Si indaga per capire se possa esserci la stessa mano. I carabinieri della Compagnia di Cassino sono al lavoro.

Colpo notturno ai danni della Banca di Credito Cooperativo di San Vittore del Lazio, situata sulla Strada Regionale 430. Un gruppo di malviventi, intorno alle 3, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, è riuscito ad entrare in quella che si può definire come l'anticamera della banca, dove si può accedere solo con la propria "tessera", e, una volta dentro, è riuscito ad estrarre dalla sua postazione, e quindi a portare via, lo sportello Bancomat dell'Istituto di Credito. 

Sul posto si sono portati i carabinieri della locale stazione che hanno subito avviato tutte le indagini del caso, diramando una nota di ricerca dei banditi che nel frattempo erano fuggiti, con ogni probabilità a bordo della stessa auto con la quale avevano raggiunto la banca, facendo perdere le loro tracce nel buio della notte. 

Danni e ammanchi sono ancora in corso di quantificazione, soprattutto si sta cercando di capire quando denaro c'era nel Bancomat, sicuramente una somma abbastanza importante, visto che questo tipo di postazioni in genere possono contenere tra 1000 a 50000 euro.

di: La Redazione