Che fine ha fatto il Palacongressi di Fiuggi? Ve lo ricordate? Quello che agli inizi degli anni novanta, più o meno 25 anni fa aveva ricevuto un primo finanziamento dalla regione Lazio grazie ad un emendamento dell'allora assessore regionale Gianfranco Schietroma. Quello che fu pensato in sostituzione del precedente progetto realizzato dall'architetto Santiago Calatrava, costato oltre 3 miliardi di lire di vecchio conio alla comunità fiuggina per sole spese di progettazione e mai costruito con Giuseppe Celani sindaco? Quello che staziona all'ingresso di Fiuggi nell'area ex campo sportivo, con cantiere sospeso e che nel corso degli anni ha rischiato più volte di vedere il suo finanziamento finire in perenzione? Quello al quale pochi giorni prima delle elezioni regionali del Lazio, quando i lavoratori di Lazio Ambiente minacciavano lo sciopero per reiterato mancato pagamento degli stipendi ha visto sottrarsi 650 mila euro dalla regione Lazio con i poteri sostitutivi per destinarli in favore della immondizia?

Cos'altro poteva fare il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti a due passi dalle elezioni? È vero che il comune di Fiuggi era debitore per quasi il triplo dell'importo nei confronti del consorzio colleferrino e che quelle somme avrebbe dovuto riappostarle alla prima occasione utile; ma come? Tutti conoscevano il dramma nel quale versava e versa il bilancio comunale. Avete capito di quale stiamo parlando? Quel mostro in cemento armato abbandonato a se stesso sul quale già si stanno manifestando i primi sintomi dell'incuria.
Quello che ha visto, sempre prima delle elezioni regionali del marzo 2018, una parata di sindaci con tanto di fascia tricolore sfilare al fianco del Governatore del Lazio? Quello che volevano già promuovere al fine d'intercettare nuovi eventi congressuali? Quello per cui nei giorni scorsi si era parlato di una cabina di regia in sede regionale, salvo poi scoprire che l'ente di via della Pisana è pronta a mettere a disposizione soltanto ulteriori 8 mila euro. Ciao core e buona notte ai sognatori. Avete capito di cosa stiamo parlando? Bene adesso traete voi le conclusioni con l'occhio rivolto a quell'altro eco mostro abbandonato nella Fiuggi alta, pensato da Giuseppe Celani & company come caserma dei carabinieri, senza che questi ne sapessero nulla e diteci voi; quante probabilità ci sono che faranno la stessa fine?