Nascondeva droga nei tacchi. Un trucco mai visto, per stessa ammissione degli investigatori. Nei guai è finita una quarantatreenne originaria di Vallecorsa, fermata l'altra sera sull'Appia all'ingresso di Fondi durante un posto di blocco dei carabinieri. Era alla guida di un'auto, proveniva da una strada di campagna e nulla faceva presagire qualcosa di "strano". Durante il normale controllo, però, la donna ha mostrato subito un comportamento anomalo che ha insospettito i militari dell'Arma.

Condotta in caserma è stata ascoltata dagli uomini diretti dal sottotenente Emilio Mauriello quando, a un certo punto, è stata notata la disconnessione di un tacco dello stivale. Niente di troppo vistoso, ma i militari hanno voluto vederci chiaro chiedendole di togliersi le calzature. Non sbagliavano. Effettivamente, gli stivali avevano entrambi i tacchi artigianalmente manomessi per far spazio a due ovuli di eroina, custoditi all'interno, per un totale di 13 grammi. Uno stratagemma che ha stupito gli stessi militari.

La donna è stata immediatamente arrestata. Prima di essere posta ai domiciliari a Fondi nell'abitazione di una conoscente, in attesa della direttissima che si celebrerà questa mattina al tribunale di Latina.

È stata sottoposta quindi a un esame ecografico all'ospedale San Giovanni di Dio per verificare se nascondesse ulteriori ovuli. Ma l'esame ha dato esito negativo. Così come negativi sono stati gli accertamenti sui trascorsi della donna, ora accusata di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ma che non ha a suo carico precedenti di alcun tipo. La droga è stata sequestrata.