Radicina, finalmente il d-day che dà inizio a un nuovo corso. Ieri mattina l'ingegner Calcagni neo dirigente tecnico comunale, assieme ai suoi collaboratori, ha accolto l'enorme autobotte che la ditta incaricata aveva inviato alla discarica di Radicina per effettuare il prelievo del percolato da trasportare poi negli impianti di smaltimento. Poco dopo sono giunti sul posto anche il maresciallo Massimo Crescenzi, comandante la locale stazione dei carabinieri, e una rappresentanza della polizia locale di Anagni.

Le piogge dei giorni precedenti avevano peggiorato le già precarie condizioni dei sentieri di accesso alla ex discarica, ma nulla avrebbe potuto impedire il "taglio del nastro" che segna l'inizio di una serie di operazioni attese da anni. Dopo lo svuotamento della vasca di raccolta, che si prevede di dover ripetere più volte in quanto tutta la montagnola è intrisa di liquami, si procederà alla ripulitura dell'intera superficie, lasciando poi il sito a disposizione di tecnici ed esperti che porranno in essere attività specialistiche piuttosto impegnative. L'enorme quantitativo di rifiuti (inizialmente sovvalli, poi un po' di tutto), si trova nel sito di Radicina da oltre vent'anni.

Denunce, sopralluoghi e relazioni si sono alternate a tentativi di insabbiamento culminati, finalmente, nei sequestri operati nel 2011: da parte dei carabinieri di Anagni che apposero i sigilli a Radicina, e da parte della Forestale che recintò inibendone la fruizione i campi confinanti. Recentemente la Regione Lazio, con la determinazione dirigenziale numero G17009 del 19 dicembre 2018, ha assunto formalmente un impegno di spesa di 595.315 euro a favore del Comune di Anagni "al fine di consentire l'avvio delle attività previste dalla normativa vigente in materia di bonifica di siti inquinati".
Il Comune è stato invitato a "voler far pervenire le progettazioni definitive degli interventi entro la data del 31 gennaio 2019, al fine di consentire l'effettuazione dell'attività istruttoria finalizzata all'approvazione del quadro economico di progetto". Un risultato importante per l'amministrazione e soprattutto per la città e per l'intero territorio; con la comprensibile soddisfazione del sindaco Daniele Natalia e dell'assessore all'ambiente Vittorio D'Ercole, al cui impegno si deve il raggiungimento del grande risultato. Intanto il primo istituto comprensivo diretto dalla preside Daniela Michelangeli ha organizzato per lunedì prossimo, 14 gennaio, l'iniziativa intitolata "Tu sei il mio mondo", un incontro di studio e sensibilizzazione sulle tematiche ambientali, al quale parteciperanno l'assessore D'Ercole, il dottor Di Palma, il dottor Necci, il dottor Compagno e la dottoressa Isopi