Il sindaco ha chiamato l'ufficio provinciale e i tecnici si stanno recando presso la scuola Varrone. I termosifoni saranno accesi come previsto nell'ordinanza firmata ieri con un ampliamento dell'orario considerate le rigide temperature. I ragazzi esultanti hanno abbracciato il sindaco anche se qualcuno ha mostrato qualche dubbio "Finché non vedo non credo". Non sarebbe comunque l'unico istituto ad avere questo problema causato sia dal lungo periodo delle vacanze in cui gli impianti sono rimasti fermi sia dal clima rigido degli ultimi tempi. Il sindaco ha assicurato che domani i termosifoni saranno a regime e sarà lui stesso a controllare con una ulteriore chiamata in Provincia. Ora l'invito del sindaco è di tornare a scuola.  Il primo cittadino della città martire ha inoltre assicurato che chiamerà anche la preside dell'istituto per tranquillizzarla e spiegarle cosa é successo questa mattina.

Gli studenti del liceo Varrone di Cassino in protesta davanti al Comune per i termosifoni. L'impianto di riscaldamento nella scuola non è partito al rientro delle vacanze natalizie e gli studenti sono costretti a stare con cappotti e coperte al banco. Il sindaco é sceso a parlare con loro per ascoltare le criticità e fare da "ponte " con l'ufficio scolastico provinciale. Tra i ragazzi anche l'assessore Franco Evangelista.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione