Nel pomeriggio di ieri in Vico nel Lazio i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di una complessa attività investigativa, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare con applicazione della misura degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, hanno arrestato Gino De Santis, 52enne frusinate, ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata.

L'Autorità Giudiziaria, condividendo le risultanze investigative dei militari operanti, emetteva il suddetto provvedimento cautelare personale nei confronti del 52enne, già censito per reati contro il patrimonio, la pubblica amministrazione e gli stupefacenti, ritenendo l'uomo responsabile della rapina perpetrata il 9 dicembre scorso presso una cartolibreria situata sempre a Vico nel Lazio.

La ricostruzione della rapina

Nell'occasione D.S.G., con volto travisato da passamontagna e armato di coltello, irrompeva all'interno dell'attività commerciale minacciando la titolare e facendosi consegnare il denaro contante presente in cassa, pari a circa 150 euro, dandosi poi alla fuga. L'arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari