Le bellezze naturali, paesaggistiche e architettoniche di Roccasecca sono entrate nelle case di tutta Italia. Ben un milione e 544.000 spettatori sono rimasti incollati alla tv a ridere per le battute di Salvi e Battista e ad ammirare le tante bellezze roccaseccane come il convento francescano, la frazione Castello, la chiesa dell'Annunziata, il centro storico, le piazze, il Tracciollino e le Gole del Melfa. Bellezze tutte da visitare.

Un successo per il film "Din Don - Una parrocchia per due", prodotto dalla Sunshine di Carpigo per la regia di Norza, andato in onda giovedì su Italia1 e interamente girato a Roccasecca la scorsa estate che racconta le avventure di Donato (Enzo Salvi), un manager musicale imbroglione, che per sfuggire ai due scagnozzi di un boss a cui ha fatto perdere molti soldi, si presenta al parroco di una chiesa di paese, don Dino (Maurizio Battista), vestito da prete, e finge di essere stato mandato lì dal vescovo. Da questo incontro si sviluppa una serie di eventi tutti da ridere.

Tante le tv sintonizzate soprattutto a Roccasecca e nel Cassinate, non solo nelle abitazioni ma anche nei ristoranti e nelle pizzerie. Molta la curiosità, tutti pronti a individuare il conoscente che aveva partecipato alle riprese come comparsa o come attore (tutti del posto) che si sono cimentati al fianco di Salvi, Battista, Giorgia Wurth, Maurizio Mattioli e tanti altri. E sui social il film è stato il tema del giorno, tanti gli entusiasti.

«Esperienza fantastica - ha commentato il sindaco Sacco - La città è entrata negli schermi televisivi di tutta Italia, aspetto rilevante anche in termini di promozione del territorio. L'auspicio è che si riesca a realizzare anche la seconda edizione».

Emozionato anche il produttore Frustaci: «Sono orgoglioso di aver scritto e fatto questo film, di aver regalato emozioni. Grazie a tutti i Roccaseccani e la splendida cittadina fatta di bellissime persone che ci hanno accolto con amore. Spero di avervi ripagato e reso questa serata unica».