Nella scorsa notte, gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino,  al Km 678  della A/1, nel territorio nel comune di San Vittore, procedevano al controllo di una Fiat Grande Punto con targa italiana e con due persone a bordo, residenti a Napoli: 47anni la conducente, 21 anni il passeggero.

Dagli accertamenti eseguiti è emerso che i due erano gravati da numerosi precedenti di polizia  per reati contro il patrimonio e la donna aveva inoltre una nota di rintraccio per la notifica di un provvedimento di divieto di ritorno in un comune in provincia di Bologna.

All'interno dell'abitacolo e nel vano portabagagli della vettura venivano quindi rinvenuti numerosi capi di abbigliamento con l'etichetta,  per cui gli agenti chiedevano ragione circa la provenienza della merce trasportata. I fermati, però, non ne giustificavano il possesso, dichiarando di provenire da Cassino, mentre il biglietto autostradale indicava il casello di entrata Calenzano-Sesto Fiorentino.

Ritenendo quindi che la merce fosse di illecita provenienza,  venivano denunciati in stato di libertà per ricettazione alla competente Autorità Giudiziaria. Il valore totale della merce  sequestrata ammontava a 6.000 euro.