Ha messo al collo della sua compagna il guinzaglio del cane. Una vicenda sconcertante quella che arriva da Napoli. La donna, che aveva deciso di lasciare il suo compagno, è stata raggiunta dall'uomo in strada, nei pressi dei Gradoni di Chiaia. Il compagno l'ha dapprima colpita con pugni e schiaffi e poi le ha messo al collo il guinzaglio del cane. A quel punto la donna, stremata dalle violenze, è svenuta. Portata in ospedale, le sono stati riscontrati traumi guaribili in 21 giorni.

Quando gli agenti della polizia locale sono giunti sul posto l'uomo ha detto loro che la donna era svenuta per un malore e che lui stava tentando di farla rinvenire ma le persone presenti, che avevano assistito alla scena, continuavano a inveire contro di lui. Tanto che gli agenti, per evitare che l'uomo rischiasse il linciaggio della folla, lo hanno portato dapprima in un vicino locale pubblico e poi negli uffici della polizia locale dove è stato identificato. In ospedale, la donna ha dichiarato che il suo compagno, per gelosia, era solito reagire in modo violento e che quest'ultimo episodio di violenza fosse scaturito a seguito della sua decisione di lasciarlo. 

Arrestato su disposizione del pm di turno, l'uomo è stato giudicato per direttissima e condannato a un anno e quattro mesi (pena sospesa) oltre alla applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima.