Inizio di anno gelido in Ciociaria: dopo le scosse di terremoto di ieri - quella di magnitudo 2.5 con epicentro Veroli che ha inaugurato il 2019 alle 8.33, quella di magnitudo 4.1 delle 19.37 di Collelongo, seguita poi da una nello stesso posto ma di intensità minore (2.0) nel cuore della notte all'1.19 - arriva il 'grande freddo'. Le temperature scenderranno vertiginosamente a partire da oggi a causa di correnti provenienti dalla Scandinavia che investiranno tutta l'Italia senza risparmiare il frusinate. L'apice del freddo verrà raggiunto tra il 3 e il 4 gennaio: previste nevicate a bassa quota. Sale l'allarme per il fenomeno delle gelate notturne che rendono particolarmente pericolosa la viabilità: si invita a guidare con prudenza, specie nelle prime ore del mattino.