La Ambi, società di produzione cimemantografica internazionale ma dal cuore cassinate, scalda i motori e pensa in grande: forse un film su Cassino e Montecassino. Nel 2019 saranno molti i film in produzione, con la speranza che quelli prodotti nel 2018 possano calcare i red carpet dei più importanti festival di settore, indispensabili per poter dare visibilità al lavoro che ogni anno Lady Monika Bacardi porta a termine con tanto impegno al fianco del suo business partner Andrea Iervolino, produttore di origine di Cervaro.

Filantropia e creatività: un connubio d'oro per il cimena. Monika, il cui nome completo è Monika Gomez del Campo Bacardi, signora di Bayfield Hall è un'imprenditrice e produttrice cinematografica di successo di nazionalità italiana e vive a Monte Carlo da oltre vent'anni. Parla correntemente cinque lingue. Amante dell'arte e dellafotografia, Bacardi è particolarmente appassionata al mondo del cinema, trasformando con successo la sua passione in un partenariato attivo e proficuo con il produttore Andrea Iervolino con il quale ha fondato il gruppo Ambi Media Group. Lady Bacardi è convinta che il cinema può contribuire a cambiare il mondo e crede nel potere delle storie universali che fanno la differenza.

Tra le ultime produzioni di successo ci sono il thriller d'azione "The Poisone Rose" con John Travolta, Morgan Freeman, Famkee Janssen e Brendan Fraser; il film tratto dal romanzodel premio Nobel J. M. Coetzee "Waiting for the Barbarinas" con Mark Rylance, Johnny Depp e Robert Pattinson e il film d'animazione "Arctic Justice", le cui voci dei protagonisti sono affidate ad attori del calibro di Jeremy Renner, Alec Baldwin, John Cleese, James Franco, Anjelica Huston, Heidi Klum e Omar Sy.

Monika Bacardi vanta collaborazioni con alcuni dei più grandi attori di Hollywood come Al Pacino, Sarah Jessica Parker, Michael Madsen, Antonio Banderas, Naomi Watts, Liev Schreiber, Selena Gomez, Robert Duvall, Ed Harris, Vincent D'Onofrio, Bryan Cranston e molti altri. Tra isuoi preferiti i film di denuncia sociale e il documentaristico. Non sono i film in sè ad aver avvicinato Lady Bacardi avvicinato al cinema, ma la curiosità di conoscere quello che c'è dietro. Cosa si muove, quali sono i tasselli giusti perarmonizzare storie, interpreti e scelte registiche per poi creare quella che lei chiama una vera a e propria opera d'arte. Tra le prossime produzioni della Ambi potrebbe trovar posto anche un film su Montecassino.
Idea avuta tempo fa da Iervolino quando, in elicottero, sorvolò il monastero benedettino, luogo molto caro a lui e a tutti i cassinati.