Una tragedia senza paragoni quella che ha colpito una famiglia di Cassino. Magherita Risi era uscita per sbrigare qualche faccenda prima della vigilia di Natale con i suoi due figli ma le cose non sono andate come previsto. La donna infatti, che proprio il 25 dicembre avrebbe compiuto 36 anni, è morta in un terribile schianto sulla superstrada Cassino Sora, un frontale che non le ha lasciato scampo. Inutili, per lei, i soccorsi. I suoi bimbi si sono salvati, il più grande di 8 anni ha una frattura alla gamba ed è stato trasportato all'ospedale Bambin Gesù, il più piccolo di soli tre anni ha riportato qualche escoriazione. A bordo dell'altro veicolo coinvolto un noto medico - di cui non sono state rese note le generalità - della città martire ormai in pensione che è stato trasportato al Pronto soccorso dell'ospedale Santa Scolastica con una frattura alla gamba. Sotto choc l'intera comunità, la donna infatti, che viveva con la sua famiglia a Cassino, fino a qualche anno fa lavorava in un bar del centro e solo pochi giorni fa aveva assistito emozionata come non mai alle recite dei suoi bimbi, schierata con tutte le altre mamme a fare foto. Si preparava insieme alla sua famiglia a festeggiare il Natale. Lascia un marito che amava tantissimo e due figli. Sconvolta e addolorata anche la comunità di Cervaro, paese di origine di Margherita.

E' stata resa nota l'identità della giovane mamma morta nell'incidente stradale avvenuto intorno alle 12 sulla superstrada Cassino-Sora. In un primo momento si erano apprese le sole generalità della vittima, ora invece si è saputo nome e cognome: Margherita Risi, 35 anni, residente località Porchio, al confine tra Cervaro e San Vittore del Lazio. La donna era molto nota anche a Cassino, dove stando ad alcune informazioni, sembra abbia gestito o gestisse un'attività. 

L'incidente
Sono ancora in atto i rilievi per ricostruire l'esatta dinamica del terribile impatto, molto presumibilmente un frontale che ha visto coinvote due auto: la Peugeot, alla cui guida era Margherita che viaggiava con i due figli piccoli, e una Mercedes station wagon condotta da un noto medico del cassinate (di cui non sono state rese note le generalità). I bambini, per miracolo, non hanno riportato gravi ferite, così come anche l'altro uomo coinvolto nello schianto.

Il dolore
La notizia è subito rimbalzata nel cassinate dove ha lasciato sgomenti, addolorati e sotto shock il marito, parenti e conoscenti della giovane mamma. Su facebook arrivano i primi messaggi di cordoglio per Marghertita, scomparsa a poche ore dal Natale su quel maledetto tratto di strada.

Le generalità complete della vittima dell'incidente sono state pubblicate nel rispetto della deontologia professionale solo dopo aver avuto la certezza che tutti i familiari erano stati avvisati di quanto accaduto, ciò per evitare che gli stessi apprendessero della tragica morte della loro parente attraverso internet.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione

Si tratta di M. R., 35 anni, residente a Porchio, al confine tra Cervaro e San Vittore del Lazio, la donna deceduta nel terribile incidente stradale verificatosi poco dopo le 12.00 sulla superstrada Cassino - Sora. Inutili, purtroppo, i tentativi di salvarle la vita messi in atto dai sanitari del 118 giunti sul posto con carabinieri e polizia a loro volta impegnati nei rilievi e nella gestione della viabilità. Tutte le strade limitrofe sono state bloccate, compresa la Cassino -Sora, per effettuare rilievi e rimozione dei mezzi. Insieme alla donna, alla guida della Pegeaut, viaggiavano anche i suoi due figli che per fortuna non hanno riportato ferite serie. La dinamica è al vaglio delle forze dell'ordine anche se da una prima ricostruzione sembrerebbe trattarsi di un violentissimo frontale. Sul posto si sono portati i familiari, sotto schock. La notizia è rimbalzata subito a San Vittore e Cassino dove ha lasciato le comunità sgomente e addolorate. Ancora una volta la superstrada Cassino - Sora è teatro di una tragedia e stavolta è costata la vita a M. R. Coinvolto anche un medico di Cassino alla guida di una station wagon Mercedes: l'uomo non ha riportato ferite serie. 

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione

È morta la persona gravissima sulla quale i sanitari stavano disperatamente tentando ogni manovra per salvarle la vita. Si tratta di una donna coinvolta nell'incidente avvenuto poco fa. La mamma viaggiava con i figli a bordo di una delle due auto che si sono appena schiantate prima dell'uscita di via Agnone sulla superstrada Cassino-Sora. A impattare sono state una Peugeot e una Mercedes. Per la donna tentativi disperati di rianimazione. Ancora non si conosce l'identità.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione

Scenario infernale sulla superstrada Cassino - Sora, dove poco fa si è verificato un drammatico incidente. Nel sinistro sono rimaste coinvolte due autovetture, ridotte ad un ammasso di lamiera, a causa della violenza dell'urto. La dinamica è ancora tutta da ricostruire. Sul posto vi sono le forze dell'ordine e i sanitari del 118. Più di una le persone rimaste ferite nello scontro, in particolare, stando alle primissime informazioni, a terra ci sarebbe il corpo di una delle persone coinvolte sulla quale si stanno concentrando gli sforzi dei soccorritori e le cui condizioni apparirebbero disperate. Nulla è stato detto circa l'identità. 

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione

Tremendo schianto in questo momento sulla superstrada Cassino-Sora. I soccorsi si sono precipitati sul posto ma la situazione appare drammatica per gli occupanti dell'auto. Lo schianto si è verificato all'uscita per la città martire. 

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione