Ancora violenza tra le mura domestiche e alla fine della lunga serie di atti persecutori la moglie ha detto basta e si è rivolta ai carabinieri. Fatta la denuncia è scattata così l'indagine: nei guai è finito un quarantatreenne con precedenti residente nel paese ernico, che in passato era stato già sottoposto alla misura dell'avviso orale.

I militari della stazione guidati dal comandante Renzullo dopo l'indagine hanno individuato chiari elementi di colpevolezza. L'uomo, infatti, da tempo insultava, minacciava e picchiava la moglie che esasperata si è rivolta alle forze dell'ordine. Ora la donna, che per troppo tempo ha subìto questi atti persecutori, spera che suo marito la lasci in pace. Intanto per adesso è stato denunciato. Ancora una volta decisivo è stato rivolgersi alle forze dell'ordine per evitare guai peggiori da parte della vittima