Niente fiori per i propri cari, i loculi sono off limits a causa di una frana. Sono oltre un centinaio i loculi interdetti e transennati nel cimitero di Roccasecca. Ieri mattina, una parte del costone di montagna che sovrasta il cimitero, è stato interessato da una frana. I detriti si sono depositati e addossati sul muro di contenimento che delimita la parte alta del cimitero.

Il sindaco Giuseppe Sacco, con il tecnico comunale ed il responsabile della polizia locale, ha effettuato un sopralluogo e per motivi di sicurezza, in attesa di una verifica approfondita sullo stato della frana, sulla possibilità di eventuali ulteriori franamenti e sulla stabilità del muro realizzato a protezione del cimitero, una parte dell'area cimiteriale è stata interdetta.

«La sicurezza prima di tutto», il commento del sindaco. I cittadini, soprattutto coloro che hanno i cari nell'area interdetta, si augurano che il problema venga risolto al più presto ma solo all'esito dei rilievi che saranno effettuati oggi si saprà come procedere e le tempistiche.

Nei mesi scorsi il cimitero era stato interessato da diversi interventi di manutenzione tra cui il rifacimento del cornicione della chiesa e la nuova illuminazione nell'ala nuova della struttura, a ottobre è stata portata a compimento la realizzazione ex novo di un intero ramo di elettrificazione votiva. Il nuovo impianto ha garantito l'accensione di numerosi lumini che in passato erano spenti, migliorando in questo modo il decoro della struttura e le visite dei cari ai propri defunti. Ora sarà necessario un nuovo intervento per rimuovere i detriti che si sono depositati sul muro di contenimento della parte alta del cimitero.