Incendio a Colli, il Comune e la parrocchia si mobilitano per aiutare Domenico e il fratello. La loro abitazione resta al momento inagibile. Vogliono tornare in paese Domenico e il fratello, in quel borgo dove si sentono al sicuro. Nonostante l'incidente di sabato.

L'amministrazione comunale si è già attivata per cercare locali che possano ospitarli, in attesa dei lavori per il ripristino dell'agibilità abitativa. «Sabato pomeriggio sono stato subito avvisato dell'incendio e mi sono precipitato a Colli –ha raccontato il sindaco, Angelo Veronesi- ho trovato i carabinieri e i vigili del fuoco che avevano iniziato a spegnere l'incendio. Con un casco, sono riuscito ad entrare nell'abitazione per un sopralluogo. Insieme ai tecnici, ne abbiamo constatato l'inagibilità. Dopo essermi congratulato con i soccorritori per la tempestività dell'intervento, ho rincuorato i due fratelli e chiamato il responsabile comunale dei servizi sociali che è venuto sul posto insieme all'assistente sociale. Con noi c'era anche il parroco don Marco. Ho apprezzato la grande sensibilità che hanno avuto i vicini che sono rimasti sempre accanto a Domenico. Bisognava trovare una soluzione adeguata per i nostri due concittadini. Così li abbiamo accompagnati in una struttura d'accoglienza a Sora che avevamo contattato tramite l'assistente sociale».