Si è data fuoco in un piazzale adibito a parcheggio, a soli 18 anni. Il padre, un artigiano di 47 anni, nel 2013, si era tolto la vita nello stesso modo e nello stesso piazzale, a Vado Ligure. Lei, fortunatamente, è sopravvissuta riportando però gravi ustioni sul 50% del corpo. Ora la ragazza è ricoverata all'ospedale San Martino di Genova. 

Ancora da chiarire le ragioni del gesto con il quale la ragazzina ha emulato il padre. Prima di darsi fuoco non ha lasciato biglietti né ha dato spiegazioni. All'epoca del dramma, che portò alla morte del padre della diciottenne, si parlò di gravi motivi di salute e di problemi economici: l'uomo era infatti il piccolo imprenditore che, subito dopo le elezioni, si presentò a casa di Beppe Grillo e, ripreso dalle telecamere di tutti i media nazionali, suonò al citofono per chiedere aiuto al leader del MoVimento 5 Stelle.