Tentato colpo ai danni della villa di un ex dipendente comunale di Cassino. I malviventi, nel tardo pomeriggio di ieri, hanno provato a mettere a segno un furto in via Cerro Antico: terrorizzata la figlia del proprietario che ha allertato immediatamente la polizia. Per fortuna, l'arrivo delle volanti e quello del papà della ragazza, ha messo in fuga i malintenzionati. Caccia aperta ai ladri, fuggiti nelle campagne.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, i delinquenti sarebbero entrati in azione nonostante la luce accesa e nel piazzale la presenza delle auto. Avranno forse pensato a una dimenticanza da parte dei padroni di casa, o a un escamotage per scongiurare un raid: così, dopo aver citofonato senza ricevere alcuna risposta, sono entrati in azione. I balordi avrebbero prima tagliato parte della recinzione, legando con il ferro il cancello elettrico. Così, se i proprietari fossero tornati a casa durante il colpo, non sarebbero riusciti a entrare.
Poi, una volta dentro, avrebbero ispezionato uno dei piani della villetta di famiglia, senza sapere che in uno in realtà c'era la figlia del proprietario. La ragazza avrebbe sentito il trambusto, poi un rumore di passi: a quel punto non le è restato altro da fare che allertare la polizia e suo padre che, incollato al telefono, è arrivato in pochi minuti.

Momenti terribili, in cui la giovane, bloccata in una stanza, avrebbe cercato di non muovere neppure un muscolo per evitare che i delinquenti si accorgessero della sua presenza. Una "strategia" risultata vincente: l'arrivo repentino degli agenti ha, infatti, fatto saltare ogni piano. E i ladri sono fuggiti a piedi nelle campagne, nonostante la pioggia e il fango. Per fortuna i proprietari della villetta, nonostante lo choc, non hanno riportato ferite. E nelle prossime ore presenteranno una dettagliata denuncia. Intanto tutte le forze dell'ordine hanno disposto un servizio coordinato per mettere le mani sui colpevoli del tentato furto.