Vandali senza scrupoli e senza rispetto. Neanche per il Natale. Comportamenti incomprensibili di persone incivili e incuranti degli spazi comuni che offendono il senso civico dei cittadini distruggendo o insozzando. Non si salva niente, nemmeno le aree recentemente riqualificate, sistemate e abbellite per il periodo natalizio. Una pessima immagine per una città che dovrebbe accogliere e non allontanare i visitatori. Invece gli episodi di vandalismo e di mancato rispetto delle regole più elementari, come quella del corretto deposito dei rifiuti, continuano a imperversare in tutte le zone della città.

Nel quartiere di Canceglie, grazie alla volontà e all'impegno di diverse associazioni del territorio, per mantenere viva la secolare tradizione del presepe sono state realizzate tante scene riferite alla Natività che si snodano nei suggestivi vicoli del centro storico. Ebbene, tra i personaggi che rievocano Betlemme sono comparse delle buste d'immondizia che hanno subito scatenato l'ira e la ferma condanna di molti sorani sui social network.

Commenti esterrefatti anche dall'amministrazione comunale per quanto accaduto alle panchine del parco Santa Chiara. «Sono schifato, alcune persone non si meriterebbero nulla tuona il consigliere delegato alle manutenzioni e al decoro urbano Lino Caschera Si fa tanto per riqualificare un'area, abbiamo fatto e previsto degli interventi per l'ex villa comunale e poi arrivano i vandali e spaccano le panchine che da qualche mese abbiamo risistemato, verniciato e ricollocato».

Deluso e arrabbiato anche il sindaco Roberto De Donatis: «Sia nel caso dei rifiuti lasciati vicino alle scene del presepe a Canceglie, ma anche per quanto riguarda le panchine rotte nel parco Santa Chiara osserva è evidente che siamo di fronte a una scarsa considerazione del rispetto del patrimonio di tutti. Si tratta di comportamenti conclude il sindaco che denunciano una realtà fatta si mancanza di senso d'a ppartenenza alla propria comunità».