Vede i carabinieri mentre è a bordo della sua auto e getta qualcosa dal finestrino. Tutto accade nella periferia della città dei papi. I carabinieri dal posto di blocco vedono in lontananza la scena e dopo essersi insospettiti lo bloccano. Subito dopo controllano la zona dove avevano visto lanciare dal 36enne l'involucro. E scoprono che all'interno c'erano 78 grammi di cocaina che sul mercato avrebbe fruttato circa 800 dosi.

Nuovo blitz anti-droga della Compagnia di Anagni diretta dal capitano Giovanni Camillo Meo, che su questo fronte stanno ottenendo una serie significativa di risultati, come dimostrano le numerose operazioni che nel solo 2018 hanno portato all'arresto di decine di persone. Tornando all'ultimo arresto per "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti", a finire nei guai il 36enne residente ad Anagni, M.L., ma domiciliato a Ferentino.

Ieri si è svolto l'interrogatorio di garanzia in carcere con l'arrestato (già noto perché coinvolto nella vicenda giudiziaria denominata "Gli Intoccabili", associazione dedita al narcotraffico e nella quale M.L. si era occupato del trasporto dal nord Italia di ingenti quantitativi di droga), che è stato difeso dall'avvocato Tony Ceccarelli. Al termine dell'interrogatorio il gip ha concesso all'imputato gli arresti domiciliari. Nuovo duro colpo allo spaccio di droga che sembra inarrestabile.