Striscia la Notizia alla ex Discarica di Radicina, Jimmy Ghione completa il racconto sull'inquinamento della Valle del Sacco. Stamattina la troupe di Striscia la Notizia, il Tg satirico di Canale5, è approdata lungo la Via Morolense. L'intenzione dichiarata era quella di completare il servizio nato con la vicenda della schiuma sul Sacco e proseguita con la scoperta dei rifiuti in territorio di Sgurgola.

A Ghione è stata raccontata brevemente la vicenda: la collina di Casermette, località amena che prendeva il nome dalla presenza dell'avamposto della Guardia Forestale incaricata di tutelare il patrimonio boschivo (la Macchia) in collaborazione con la "guardia campestre" comunale, alla fine degli anni '60 venne utilizzata come deposito di rifiuti comunale.

Nel 1996, in piena emergenza nazionale, il Comune decise di realizzare una discarica da utilizzare in caso di necessità impellente. Appena ultimato l'enorme scavo e posizionati teli di plastica sul fondo della nuova discarica a poche decine di metri da Casermette, la Regione Lazio ordinò di accogliere i "sovvalli" provenienti dall'intera provincia di Frosinone. L'odore nauseabondo, che non poteva provenire da sovvalli, provocò rimostranze e lamentele, sia da parte degli anagnini che dai cittadini di Ferentino; una raccolta di firme fu avviata e consegnata alle Autorità dai lavoratori del vicino stabilimento Winchester. Si capì subito che, assieme ai sovvalli, venivano sotterrati rifiuti di ogni genere, trasportati anche in orario notturno.