Avrebbe prima accoltellato la madre, poi si è conficcato il coltello più volte in diversi punti del collo per mettere fine alla sua vita. Una vicenda agghiacciante consumatasi la scorsa notte in un appartamento di Broni, nel Pavese, al culmine di una lite. Il particolare ancor più sconvolgente è che a tenere in mano quel coltello è stato un ragazzo di appena 18 anni. 
Lui ora è in condizioni gravissime nel reparto di rianimazione del Policlinico San Matteo di Pavia, stesso ospedale dove si trova la madre, di 43 anni, che è in gravi condizioni ma che non sarebbe in pericolo di vita.

Secondo una prima ricostruzione, il giovane avrebbe accoltellato la madre con un fendente tra il petto e la spalla. Subito dopo si è recato nella sua camera da letto, conficcandosi più volte il coltello in diversi punti del collo e perdendo subito conoscenza per un'emorragia.Ad intervenire. per chiedere l'intervento del 118, l'altro figlio della donna, un ventenne.