Stop dell'acqua potabile nel comune di Villa Santo Stefano. Ad annunciarlo l'amministrazione comunale, ora retta dal Commissario Straordinario, il quale ha assunto anche le funzioni di autorità sanitaria locale, con un'ordinanza che invita la popolazione del territorio comunale ad evitare l'uso e consumo dell'acqua erogata dal pubblico acquedotto a scopi potabili, in particolare come bevanda e per la preparazione dei cibi, consentendone l'utilizzo solo per la pulitura dei locali ed a fini di igiene personale.

Il divieto è conseguenza della volontà di agire in via preventiva a tutela della salute pubblica, alla luce della comunicazione pervenuta il 28 novembre direttamente da Acqualatina spa, relativamente all'interessamento da fenomeni di torbidità delle acque dei comuni situati nell'area dei Lepini e serviti dalla centrale di Fiumicello, tra cui quello di Villa Santo Stefano. Si resta dunque in attesa di novità. Queste potrebbero arrivare dai tecnici del gestore, i quali stanno svolgendo una continua attività di monitoraggio.

Il tema della potabilità dell'acqua nella zona dei Lepini è da oltre un anno al centro di numerosi interventi, ultimo dei quali la realizzazione della condotta diretta tra la centrale ed il comune di Amaseno, che fino a poco tempo fa era collegato insieme proprio a Villa Santo Stefano da un'unica conduttura.