Torna nell'azienda dove aveva prestato lavoro per chiedere di nuovo di essere pagato dal suo ex datore di lavoro, ma la storia finisce male. Infatti per un 43enne di Paliano è scattata la denuncia "per esercizio arbitrario delle proprie ragioni, percosse e minaccia". Tutto è nato dopo la querela presentata ai carabinieri della locale Stazione da parte dell'imprenditore. La storia un classico di queste vicende. L'uomo, infatti, nei giorni scorsi era tornato, dopo molta attesa, presso l'azienda dell'imprenditore reclamando la somma che gli era dovuta per un'attività lavorativa che lui aveva eseguito tempo fa. E che non era stata pagata.

Quando però l'i mprenditore, e debitore, dinanzi alle richieste del suo ex collaboratore ha specificato che era impossibilitato a corrispondere tale somma al momento, il 43enne non ci ha capito più niente ed è esplosa la sua rabbia. Dalle parole così si è passati ai fatti. Prima prendendo a schiaffi il titolare dell'azienda e poi anche minacciandolo di morte. Quando la situazione è tornata alla calma l'imprenditore si è recato nella caserma ed ha denunciato l'accaduto. E così per il 43enne è scattata la denuncia.