Aveva perso il lavoro alcuni mesi fa e la sua vita è entrata in un tunnel oscuro fatto di disperazione e preoccupazioni. Poi mercoledì sera l'uomo, un trentenne di Cassino, è stato trovato dalla moglie in stato di incoscienza vicino alla sua auto.

Trasportato al Pronto soccorso del Santa Scolastica è stato visitato per capire cosa fosse successo. L'uomo aveva ingerito del liquido antigelo, immediata la chiamata dei sanitari al centro antiveleni per avere i medicinali necessari ad offrire le cure adeguate. A supportare i sanitari e per velocizzare il recupero dei farmaci sono arrivati i carabinieri che con una staffetta si sono occupati di prendere i medicinali a Roma presso il policlinico Umberto I.

L'uomo è ricoverato al Santa Scolastica in condizioni serie. Forse la disperazione o un momento di confusione avrebbe portato l'uomo al gesto.