Ladri senza pietà e senza paura quelli che hanno tentato di mettere a segno più di un colpo tra Pignataro e San Giorgio a Liri. Colpi che, stando a quanto raccontato dalle stesse potenziali vittime, sono sfumati solo per la presenza in casa dei proprietari.

I racconti delle esperienze scioccanti rimbalzano sui social. Mercoledì sera intorno alle 21.30 in tre, col volto camuffato dai cappucci delle felpe, hanno provato a forzare la finestra di una villetta in via Monne a Pignataro Interamna nonostante la famiglia fosse a tavola. Solo la prontezza del padre ha evitato il peggio: quando i familiari intenti a consumare la cena hanno sentito dei rumori, è scattato l'allarme. Il padrone di casa si è trovato faccia a faccia con uno dei tre, non riconoscibile per il cappuccio calato sul volto: pochi istanti e il malvivente (così come avevano fatto gli altri due) è fuggito.

Ed è iniziato il tam tam su gruppi WhatsApp e sui social. Così è saltato fuori che i ladri incappucciati avevano provato a fare lo stesso a San Giorgio alle 20, in via Obaco e in via Castelnuovo Parano. Due episodi del tutto simili a quello avvenuto poco dopo a Pignataro. Immediato l'arrivo dei carabinieri che hanno raccolto le informazioni e attivato le ricerche.

Così come accaduto durante l'ondata di furti registrata a Sant'Elia Fiumerapido, anche in questo caso l'invito è sempre quello di rivolgersi immediatamente alle forze dell'ordine. Sempre nella giornata di mercoledì, ma a Castrocielo, due individui poco dopo le 19 hanno rotto il vetro di un'auto parcheggiata nel piazzale di una nota attività commerciale e hanno trafugato la borsa (con il portafoglio contenente poche centinaia di euro) della proprietaria