Dovrebbero essere resi noti questa mattina i nomi della nuova Giunta municipale di San Giorgio a Liri. A tre settimane dalla revoca delle deleghe del vice sindaco Massimo Terrezza e dell'assessore Ilenia Nardone, avvenuta il 2 novembre scorso, il sindaco Modesto Della Rosa è finalmente pronto per fare i nomi dei suoi nuovi uomini e donne di fiducia. Nulla è trapelato finora.

Intanto, il primo cittadino, domenica scorsa, ha incontrato la cittadinanza nell'auditorium e ha confermato i motivi che lo hanno spinto a "cacciare" Terrezza e Nardone: "E' venuta meno la fiducia che è il presupposto necessario nell'esecutivo del governo del paese". E ha ribadito la volontà di essere disponibile, se la legge glielo consentirà, a candidarsi ancora a sindaco del paese.

Modesto Della Rosa, infatti, sindaco di San Giorgio dal 2009, sta finendo la seconda legislatura e il Governo sta ragionando intorno ad una proposta di legge che prevede di estendere ai Comuni di cinquemila abitanti la norma che consente il terzo mandato ai sindaci dei paesi più piccoli, che non arrivano a tremila cittadini. "Se passa questa legge, io mi ricandido a sindaco del nostro paese": ha annunciato qualche giorno fa Della Rosa, lanciando chiaramente il guanto di sfida all'interno del suo gruppo, a quanto pare, ancora prima che all'esterno.

In queste tre settimane, inoltre, è sembrato a molti che si sia riappropriato del suo ruolo.

Tutto lascia ormai intendere che la campagna elettorale a San Giorgio a Liri sia iniziata. E ovviamente tutti scaldano i motori: Terrezza già poche ore dopo essere venuto a conoscenza della revoca delle sue deleghe, ha lanciato il progetto politico "Avanti San Giorgio", mentre resta da vedere chi sarà il candidato dell'attuale opposizione consiliare.

Le sorprese in primavera potrebbero essere davvero tante. Ma anche l'albero di Natale potrebbe abbellirsi con non poche novità.