Ordinanza emessa dal sindaco di Supino, Gianfranco Barletta, sulla messa in sicurezza e abbattimento di alberi pericolanti e comunque incombenti sulle strade di competenza comunale e che comportano pericolo per la pubblica e privata incolumità.

Il primo cittadino, si legge sul provvedimento, ordina entro 30 giorni dalla pubblicazione all'albo pretorio del presente atto, a ciascun proprietario, usufruttuario, enfiteuta, livellario, conduttore di terreno o fondo frontista confinante con le strade di competenza comunale, di provvedere all'esecuzione del taglio delle alberature poste entro una fascia dalla sede stradale di 3 metri; tagliare i rami delle piante sporgenti oltre il limite esterno della cunetta o in mancanza della banchina stradale; abbattere alberi secchi, aggrediti da edera, pericolosi o pendenti verso la sede stradale fino alla distanza corrispondente all'altezza della chioma che intralciano la visibilità o manifestano pericolo di caduta.

E ancora potare siepi, rovi che arrivino oltre il confine stradale; prestare particolare attenzione presso curve e intersezioni stradali dove deve essere garantita la visibilità nei due sensi di marcia. Rimuovere immediatamente tronchi o ramaglie per ogni motivo dovessero trovarsi sulla sede stradale; tagliare rami che ostruiscono le linee elettriche di illuminazione pubblica e i relativi sensori crepuscolari. Sanzioni previste per i trasgressori.