Oggi l'autopsia sul corpo di Rita De Vellis. Sul caso dell'imprenditrice travolta da un mezzo meccanico in una masseria di Torremaggiore, in provincia di Foggia, la procura ha deciso di incaricare un medico legale per stabilire le cause della morte della donna che, sabato, avrebbe compiuto 48 anni. La procura di Foggia ha fissato per oggi alle 12.30 le operazioni peritali. Verrà incaricato il consulente che dunque eseguirà l'autopsia con la partecipazione anche del dottor Paliani, medico di parte, incaricato dalla famiglia De Vellis, che è rappresentata dall'avvocato Giampiero Vellucci.

Una volta effettuato l'esame, la salma sarà restituita ai familiari per i funerali che, in linea di massima, dovrebbero tenersi domenica. Al tempo stesso il sostituto procuratore che coordina l'indagine oltre ad aver incaricato i carabinieri ha delegato dei particolari accertamenti anche all'ispettorato del lavoro di Foggia. Gli ispettori, tra l'altro, dovranno valutare le modalità con le quali è avvenuto l'incidente e se sia o meno compatibile con un infortunio sul lavoro.

L'incidente mortale si è verificato lunedì durante le operazione di carico e scarico di balloni di fieno da destinare all'allevamento dei bovini. La donna è stata travolta da un muletto, guidato da un suo collaboratore, un cinquantenne di Caserta. Inutili i tentativi di soccorso. L'imprenditrice di Strangolagalli De Vellis da vari anni affittava terreni in Puglia e acquistava paglia e fieno, per poi rifornire le aziende specializzate nell'allevamento di bufale.