La Regione Lazio ha approvato in Giunta una delibera che prevede lo stanziamento di oltre 17 milioni di euro per il prossimo triennio 2018/2020 alle Aziende sanitarie locali, Aziende ospedaliere e I.R.C.C.S. pubblici del Lazio per realizzare interventi di manutenzione straordinaria degli spazi funzionali e degli impianti al fine di garantire il mantenimento dei livelli di efficienza ed efficacia nell'erogazione delle prestazioni sanitarie.

«Risorse che saranno importanti per ammodernare e rendere più efficienti i nostri ospedali e le strutture sanitarie – ha spiegato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – i finanziamenti riguarderanno tutto il territorio regionale. Aver messo in ordine i conti della sanità del Lazio vuol dire anche questo: poter tornare ad investire risorse per le strutture e per una sanità di qualità».

«Uno stanziamento di risorse per il prossimo triennio molto importante – spiega l'Assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato – che servirà per intervenire strutturalmente sugli ambienti e per il ricambio delle vecchie apparecchiature a disposizione con l'obiettivo di fornire un servizio sempre più di qualità per l'utenza».

I fondi saranno ripartiti in base alle esigenze manifestate dalle Aziende sanitarie ed ospedaliere e così suddivise per il prossimo triennio 2018/2020: Asl Roma 1 – 1,3 mln di euro; Asl Roma 2 – 1,8 mln di euro; Asl Roma 3 – 740 mila euro; Asl Roma 4 – 886 mila euro; Asl Roma 5 – 870 mila euro; Asl Roma 6 - 805 mila euro; Asl di Viterbo – 890 mila euro; Asl di Rieti – 790 mila euro; Asl di Latina – 800 mila euro; Asl di Frosinone - 820 mila euro; A.O. San Camillo - 1,3 mln di euro; A.O. San Giovanni – 1,1 mln di euro; per l'Umberto I – 1,7 mln di euro; IRCCS IFO – 780 mila euro; l'INMI Spallanzani – 515 mila euro; A.O. Sant'Andrea – 950 mila euro e Policlinico Tor Vergata – 1 mln di euro.