Gli esperti non hanno dubbi: l'Estate di San Martino finirà prima del previsto e su tutta l'Italia si riverserà aria gelida siberiana che a breve porterà ad un brusco abbassamento delle temperature, a venti molto forti e anche alle prime e abbondanti nevicate. 
"A partire dal prossimo fine settimana - scrive in merito Carlo Testa, meteorologo di ilmeteo.it - prende sempre più piede l'ipotesi di un'irruzione di aria gelida in arrivo dalle Regioni Polari della Russia che ci catapulterà in pochissimo tempo dall'Autunno all'Inverno. Sono attesi infatti forti venti burrascosi al Sud e temperature in drastico calo al Centro Nord più una possibile sorpresa proprio alla fine. Vediamo i dettagli.

Le previsioni in dettaglio
In questi giorni un vasto Anticiclone sta invadendo l'Europa spingendosi sempre più a Nord oltre la Penisola Scandinava veicolando aria decisamente più calda fino a latitudini Polari. Questa incursione andrà ad agganciare una massa d'aria gelida di origine Artico-Continentale favorendone la discesa attraverso la porta dei Balcani. Dagli ultimi aggiornamenti dei modelli meteo (ECMWF) pare ormai confermato che a partire da Venerdì 16 e per tutto il fine settimana correnti via via più fredde ed instabili del normale cominceranno a soffiare dapprima sulle Regioni adriatiche e in successiva estensione al resto della Penisola. Un perentorio ingresso che farà cedere l'Alta Pressione prima del previsto proprio sul bordo orientale. Ma non è finita qui: infatti, novità importante, da lunedì 19 avanzerà dall'oceano Atlantico un centro di bassa pressione che andrà ad interagire con l'aria fredda già presente nei bassi strati. Questo vortice ciclonico si muoverà dapprima verso la Sardegna e poi sul medio-alto Tirreno facendo peggiorare il tempo su gran parte d'Italia. Attenzione anche alla forti mareggiate attese in particolare tra la Calabria e la Sicilia orientale con onde alte oltre i 5 metri.

Sulle Regioni del Nord, date le basse temperature e l'intensità delle precipitazioni previste, potrebbe fare la sua comparsa la prima neve di stagione che cadrà fino a quote molto basse in Piemonte. Nel corso della giornata non è escluso che qualche fiocco possa raggiungere ed imbiancare città come Cuneo, Alessandria e Torino. Fasi di pioggia mista a neve saranno possibili in serata anche su parte delle province lombarde più occidentali incluso il milanese.

Quella che va configurandosi è la prima ondata di freddo di stampo invernale che investirà il nostro Paese. Un cambio di circolazione molto repentino e brusco visto il periodo dal quale veniamo, caratterizzato da tanti giorni con temperature sopra la media. Non ci resta che attendere e seguire gli aggiornamenti passo passo in vista di questa nuova svolta meteorologica.