Due nuovi furti che mettono in allarme la città di Pontecorvo. L'incubo dei ladri è tornato ancora una volta a farsi strada tra i residenti del territorio che mercoledì sera hanno lanciato l'ennesimo allarme social invitando tutti a prestare la massima attenzione. La cronaca di questa serata ad alta tensione è iniziata intorno alle 20 quando sulle bacheche di Facebook è iniziato a comparire il messaggio di allert. Alcuni residenti della contrada Tordoni, la strada che unisce il comune di Pontecorvo con Pico, hanno segnalato un furto in una abitazione privata che si trova proprio sulla provinciale. Da quel momento è partito ufficialmente il tam tam tra i residenti. Le richieste di informazioni si sono moltiplicate a dismisura.
Tutti invitavano a prestare massima attenzione e ad allertare subito le forze dell'ordine per ogni movimento sospetto.
Ma nel corso della stessa serata anche un'altra abitazione, sempre in località Tordoni e sempre sulla strada provinciale, è stato visitata dai ladri che si sono introdotti al suo interno rubando tutto quello che era possibile. Una situazione che ha acceso ancora una volta fortissime preoccupazione tra i residenti del territorio.

Anche perché i malviventi hanno agito in una zona particolarmente trafficata visto l'alto numero di automobili che transita ad ogni ora. L'invito di tutti è stato quello di porre la massima attenzione. Una paura molto forte che ha riportato alla mente i furti che ci sono stati nelle scorse settimane e che hanno interessato il comune di Pontecorvo così come anche molti altri paesi limitrofi. Per questo in tanti si sono organizzati evitando di lasciare incustodite le proprie abitazioni e lanciando allarmi immediati sui social e nei gruppi whatsapp appositamente creati. Ogni persona, ogni vettura che si ritiene sospetta viene prontamente segnalata. E anche in questo caso la raccomandazione è sempre la stessa: avvisare sui social ma avvisare immediatamente le forze dell'ordine attraverso i numeri d'emergenza per riuscire a bloccare e assicurare alla giustizia questi malviventi.