Rapina per cento euro. In azione un bandito solitario, in cartolibreria. Mancava poco alla chiusura quando è entrato in azione. Ha brandito un coltello e minacciato i presenti per farsi consegnare il denaro. Rapina ieri sera, intorno alle 19.30, in una cartolibreria in via Giacomo Puccini, nella parte bassa del Capoluogo. Indagini a tutto campo dei carabinieri per cercare di dare un nome e un volto all'autore del colpo. Magro il bottino: circa 100 euro.

I fatti
Volto coperto e cappellino, in mano un coltello. Ha messo a segno una rapina in una cartolibreria/libreria nella parte bassa del capoluogo, poco distante dalla scuola Pietrobono. Dopo essere riuscito a farsi consegnare i soldi è fuggito, a gambe levate. Immediatamente è stato lanciato l'allarme. Sono state diramate le note di ricerca ed effettuati posti di blocco per cercare il bandito solitario. Avrebbe, infatti, agito da solo il rapinatore, fuggito poi a piedi. Anche se non si esclude che ci fosse un complice, a fare da palo. Gli investigatori non tralasciano alcuna pista, anche se molto probabilmente potrebbe trattarsi di una persona che magari conosce molto bene il territorio e sa come muoversi quando si è braccati dalle forze dell'ordine. Potrebbe trattarsi, forse, di un tossicodipendente, ma saranno i militari a fare luce sull'accaduto.

Le indagini
Gli uomini dell'Arma hanno subito avviato le indagini per cercare di rintracciare l'autore della rapina. Sono stati effettuati tutti gli accertamenti di routine. Di aiuto potrebbero essere anche le telecamere di videosorveglianza nella zona. L'intervento delle forze dell'ordine ha attirato l'attenzione anche degli altri commercianti vicini e dei cittadini.