In caso "infinito" dell'istituto Simoncelli scatena nuove perplessità e ansie, specie nei genitori degli alunni. La struttura che ospita sia il liceo classico che l'istituto comprensivo Sora 1 è interessata dai lavori nel cortile interno.

La preside della scuola media "Rosati", Rosella Pozzuoli, ha più volte richiesto sia per iscritto che verbalmente, che venisse delimitata l'area del cantiere per permettere ai suoi studenti di raggiungere in sicurezza la palestra. L'area le è stata delimitata sabato scorso, ma i problemi non sono risolti visto che gli operai hanno chiuso con le transenne il percorso che permette a studenti, docenti e personale Ata di raggiungere rapidamente il cancello d'uscita in caso di evacuazione della scuola.Per questo la preside chiede che venga subito predisposta una via di fuga alternativa per garantire la necessaria sicurezza. «In merito alla segnaletica di cantiere e al riconfinamento della stessa area di cantiere predisposta in data 27 ottobre 2018, che impedisce l'utilizzo dell'uscita a raso su strada, dal cortile interno della scuola "Rosati" verso l'esterno dell'edificio, in corrispondenza di via Giornale d'Italia -si legge nella lettera inviata dalla dirigente scolastica al Comune- si chiede di essere informati da parte di codesto ente, committente dei lavori, relativamente alla misura organizzativa alternativa all'uscita verso l'esterno, di cui al cancello esterno al momento interdetto, e quale nuovo percorso-uscita su strada comunale dovrà essere utilizzato sino alla conclusione delle lavorazioni interessate di cui ancora non si è ricevuta documentazione inerente la sicurezza e della data presunta di fine lavori».

La preside attende ancora una risposta. Nei giorni scorsi il caso è stato segnalato anche al prefetto dai consiglieri Fabrizio Pintori, Serena Petricca e Antonio Farina.