Sono passate circa 72 ore dall'inizio del maltempo e delle turbolenze che hanno causato danni ingenti nel sud della provincia. A Pontecorvo ci sono molte zone che sono ancora senza corrente elettrica. Questo ovviamente sta rappresentando notevole disagio per i residenti e per coloro che in queste aree hanno attività commerciali. Una situazione insostenibile a cui ha cercato di far fronte il sindaco Anselmo Rotondo che si è presentato questa questa mattina presso la compagnia dei Carabinieri di Pontecorvo per presentare una diffida nei confronti dell'Enel affinché venga ripristinato quanto prima il servizio e vengano risolti i problemi in città. "Chiederemo i danni alla società per inadempienza e per non aver risposto a tutte le nostre sollecitazioni - spiega il sindaco - Diffido pertanto l'Enel immediatamente ad ottemperare agli interventi indicati e denuncio ogni mancanza di intervento a tutela della comunità che rappresento". Una situazione insostenibile che sta causando disagi e forti danni a molte famiglie residenti in contrada Ponte Teano, contrada Melfi di Sotto, contrada Le Cese e via Fontana Merola nel comune di Pontecorvo. Nella nota, inviata anche alla Procura della Repubblica di Cassino e al Prefetto di Frosinone, il sindaco Rotondo evidenzia che molte di queste famiglie vivono "diverse situazioni di emergenza da affrontare (disabili, malati, animali da abbeverare, congelatori e frigoriferi contenenti alimenti indispensabili)".