Si sono delineati con maggiore precisione i particolari del salvataggio dei due giovani che nelle prime ore di questa mattina sono rimasti intrappolati in auto sorpresi dalla piena del fiume. La coppia, come detto nel primo lancio, si era fermata in macchina sulle sponde del corso d'acqua, in località Ponte Melfa, quando l'ondata li ha travolti facendo finire la loro vettura nel vicino torrente. 

Immediatamente, resisi conto del pericolo ed impossibilitati ad uscire da soli dall'auto per la violenza dell'acqua, hanno allertato i soccorsi. Sul posto si è rapidamente portata la squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Sora. I "caschi rossi" in pochi minuti sono riusciti a portare in salvo gli occupanti che, una volta a riva, sono stati affidati alle cure dei sanitari del 118, anche loro giunti sul posto dopo l'allarme lanciato. 

L'intervento di salvataggio è stato reso difficile dal fatto che i due giovani erano completamente bagnati ed erano affetti, presumibilmente, da un principio di ipotermia. Insomma, ancora poco e per la coppia la situazione sarebbe potuta precipitare. Per fortuna, invece, tutto si è risolto con una bella dose di paura.

In merito, le forze dell'ordine e la protezione civile rinnovano l'invito a mettersi in macchina solo in casi di stretta necessità e con la massima prudenza. 

Prime conseguenze dell'incessante pioggia che dalle 23 di ieri flagella la Valcomino, così come tutta la Ciociaria (con problemi anche a Supino dove molti rami di alberi sono stati spezzati dalle forti raffiche di vento e sono finiti sulle strade richiedendo l'intervento della Protezione civile).

Nel territorio di Atina una coppia di giovani, fermi sulla riva del Melfa in località Case di Melfa, sono stati sorpresi dalla piena del fiume. L'ondata ha letteralmente sommerso la loro auto facendo temere il peggio. Per fortuna, grazie alla prontezza di riflessi e avendo rapidamente compreso cosa stava accadendo, i due sono riusciti a mettersi in salvo, l'auto no, è stata portata via dalla piena.

di: Marco De Luca

Primi interventi per il maltempo. A Supino sono a lavoro i volontari della protezione civile per rimuovere alcuni alberi caduti sulle strade. Il forte vento ha provocato la rottura di diversi rami. Il sindaco Gianfranco Barletta nel pomeriggio, come molti altri amministratori dei paesi limitrofi, ha diramato una nota invitando i cittadini alla massima prudenza nelle prossime ore.

"Da domani le condizioni meteo nel nostro territorio tenderanno a peggiorare - sottolinea Barletta - Forti piogge e vento colpiranno il nostro paese. Da questa sera sarà operativa la locale sezione di protezione civile. Raccomando a tutti i cittadini la massima prudenza e di limitare quanto più possibile gli spostamenti, se non strettamente necessari. Per qualsiasi emergenza la protezione civile di Supino risponde al numero 3385729020".

di: Nicoletta Fini