Stavano tentando di entrare in uno studio fotografico di Aquino, ma una volta scoperti si sono dati alla fuga con la propria auto. Dopo un inseguimento al cardiopalma mercoledì i carabinieri del Norm della Compagnia di Pontecorvo, guidata dal capitano Nicolai e dal tenente De Lisa, hanno arrestato per "tentato furto aggravato in concorso" un sessantunenne residente ad Afragola, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona e un sessantunenne residente a Napoli, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e in materia di armi. Sequestrati anche gli attrezzi da scasso e 10 chiavi.

La ricostruzione
Era pieno giorno, lo studio aveva chiuso da poco quando i due si sono messi al lavoro con l'obiettivo di entrare e fare razzia. Movimenti strani che sono stati notati da passanti che hanno avvertito i carabinieri. Immediato l'intervento: i due sono stati scoperti nel tentativo di compiere il furto, dopo aver provato a forzare la saracinesca di ingresso, ma una volta scoperti si sono dati alla fuga con la loro utilitaria. A nulla è servito l'alt dei carabinieri, i due per tentare di fuggire hanno accelerato effettuando anche manovre pericolose. Solo una pronta reazione dei militari ha permesso, dopo una corsa prolungata nelle strade del paese, di raggiungerli e bloccarli.

A seguito della perquisizione i carabinieri hanno trovato nascosti sotto il sedile posteriore un cacciavite di grandi dimensioni della lunghezza di 45 cm; un cacciavite di grandi dimensioni della lunghezza di 30 cm; 10 chiavi con varie dentature; uno spadino con lama dentata della lunghezza di 15 cm; e un sacchetto di carta con all'interno 95,76 euro in monete di vario taglio. L'auto, gli attrezzi e le monete sono state sequestrate. Oltre alla proposta del foglio di via obbligatorio per 3 anni da Aquino, i due sono ora trattenuti nelle camere di sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri di Pontecorvo in attesa del processo per direttissima.

Un importante intervento che si inserisce nel quadro delle attività recentemente attuate dalla Compagnia carabinieri di Pontecorvo al fine di contrapporre un adeguato contrasto ai fenomeni delittuosi tra cui i tanti furti che da qualche mese stanno interessando il Cassinate. Importante anche la collaborazione con i cittadini che, attraverso le segnalazioni, permette di intervenire in maniera repentina e mirata.