Si indaga per cercare di ricostruire cosa sia accaduto negli ultimi istanti di vita di Nazzareno Corsetti, il 22enne trovato morto ieri nei boschi di Balsorano. Del giovane si erano perse le tracce domenica scorsa, quando era uscito dalla sua abitazione per una battuta di caccia. Ieri, dopo ore di ricerche, la tragica scoperta. Secondo le primissime indiscrezioni trapelate, Nazzareno potrebbe essere morto per un colpo d'arma da fuoco ma non è ancora chiaro se si sia trattato di un incidente o di un gesto volontario. Saranno le indagini dei carabinieri e gli esami autoptici ad accertare cosa sia accaduto realmente.

La notizia ha fatto subito il giro della comunità di Balsorano, dove il giovane viveva con la sua famiglia, e della Valle di Comino, dove avrebbe frequentato le scuole superiori, lasciando sgomenti quanti lo conoscevano. 

Era uscito di casa portando con se il suo amato fucile per andare a caccia. Una domenica come tante, nei boschi sulle montagne abruzzesi al confine con la provincia di Frosinone. Nessuno avrebbe mai immaginato che da quella battuta di caccia, questa volta, Nazzareno Corsetti, 22 anni appena, residente a Balsorano, non sarebbe più tornato. 

Del giovane si erano perse le tracce dalla giornata di ieri tanto che i familiari, non vedendolo rientrare, lo hanno cercato senza sosta insieme ad altri cacciatori della zona. Poche ore fa la tragica scoperta: il corpo di Nazzareno Corsetti è stato trovato privo di vita lungo la strada che va verso il Santuario Sant'Angelo, nella zona nord del paese.

Ancora sconosciute le cause del decesso. Saranno le indagini a chiarire come sia morto il giovane. 

di: Roberta Di Pucchio